Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
3 giugno 2009 3 03 /06 /giugno /2009 19:19



Spuntini da 1 blocco

·         20 g di bresaola, 1 kiwi, 3 olive

·         30 g di prosciutto cotto sgrassato, 1 mandarino, 1 noce

·         25 g di prosciutto crudo sgrassato o speck, 140 g di lamponi, 3 nocciole

·         30 g di prosciutto cotto, 1 piccolo panino, 3 olive

·         80 g di ricotta vaccina, 1 piccola mela, 3 mandorle

·         70 g di fiocchi di formaggio magro, ½ arancia, 8 pinoli

·         45 g di feta, 170 g di fragole, 6 pistacchi

·         20 g di parmigiano, 2 cracker

·         20 g di parmigiano, 1 bicchiere di vino

·         25 g di emmenthal, 120 g di vino

·         Tè, 4 frollini bilanciati

·         35 g di caciottina vaccina, 2 grissini

·         1 uovo sodo, 60 g di uva, 3 olive

·         200 g di yogurt bianco parzialmente scremato

·       200 g di latte parzialmente scremato

·       1 barretta snack bilanciata da 1 blocco

·       1 toast composto da 2 mezze fette di pan carrè e 30 g di ripieno tra prosciutto e formaggio

Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
30 maggio 2009 6 30 /05 /maggio /2009 10:50



Il primo e più importante livello della piramide del benessere della Zona è formato dalla dieta
, per mezzo della quale riduciamo la concentrazione di AA (acido arachidonico) nell’organismo e facciamo recedere la "sindrome del grasso tossico".

Con l'alimentazione Zona bilanciamo gli ormoni (insulina, glucagone, eicosanoidi) che influenzano la risposta infiammatoria dell’organismo.

Il secondo livello è formato dagli acidi grassi omega 3 (ricchi di EPA e DHA) i quali, oltre a diluire l’eccedenza di AA, modificano la fluidità della membrana cellulare.

Il terzo livello è il consumo di polifenoli alimentari, sostanze che conferiscono i colori a frutta e verdura e dotati di proprietà antinfiammatorie. Possono attivare enzimi e rallentare, quindi, l’invecchiamento.

Il vertice della piramide del benessere della Zona è importante anch’esso, ma in assenza di una solida base dietetica il suo effetto sarà irrisorio.

Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
27 maggio 2009 3 27 /05 /maggio /2009 12:11

Pagella dellInfiammazione Silente

 

Parametro

Si

No

Siete sovrappeso?

 

 

Avete sempre voglia di mangiare carboidrati?

 

 

Avete sempre fame?

 

 

Vi sentite affaticati, specie dopo lattività fisica?

 

 

Avete le unghie fragili?

 

 

I vostri capelli sono indeboliti e radi?

 

 

Soffrite di stitichezza?

 

 

Dormite troppo?

 

 

Al risveglio vi sentite intontiti?

 

 

Avete scarsa concentrazione mentale?

 

 

Vi sentite bene soltanto di rado?

 

 

Soffrite di emicrania?

 

 

Vi sentite sempre stanchi?

 

 

Avete la pelle secca?

 

 


Se si risponde affermativamente a più di tre delle domande del questionario

 significa che è presente alta infiammazione.
Tratto da testi del Dott. Barry Sears

Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
27 maggio 2009 3 27 /05 /maggio /2009 11:53

 

DOPO AVER FATTO COLAZIONE 2,5 GRAMMI DI OMEGA 3 SEMPRE !!!

1)     giorno  

Colazione(2 blocchi) : 400 gr di latte parzialmente scremato o 400 g di yogurt parzialmente scremato

Spuntino metà mattino(1 blocco): 20 gr di bresaola, 1 kiwi, 3 olive

Pranzo (4 blocchi): 120 g di petto di pollo alla piastra, 380 g di fagiolini, 1 cucchiaio di olio extravergine, 1 mela, 1 mandarino

 Spuntino di metà pomeriggio(1 blocco): 45 gr di feta, 170 gr di fragole, 6 pistacchi

Cena (4 blocchi): 180 g di pesce spada ai ferri, 230 g di rucola, 1 cucchiaio di olio, 140 g di lamponi, 135 g di ribes, 1 bicchiere di vino

2)     giorno

Colazione(2 blocchi): 200 gr di latte parzialmente scremato, 200 gr di yogurt parzialmente scremato

Spuntino di metà mattino(1 blocco): 30 gr di prosciutto cotto sgrassato, 1 mandarino, 1 noce

Pranzo (4 blocchi): 160 g di branzino filettato al forno, 320 g di biete, 1 cucchiaio olio, 2 grissini, 2 kiwi

 Spuntino di metà pomeriggio(1 blocco): 20 gr di parmigiano, 2 cracker

Cena (4 blocchi): 100 g di prosciutto crudo sgrassato, 120 g di melone estivo, 12 olive oppure insalata verde condita con olio extra, 1 piccolo panino, 1 bicchiere di vino

3)     giorno 

Colazione(2 blocchi): 1 barretta bilanciata da 2 blocchi

Spuntino metà mattino(1 blocco): 25 gr di prosciutto crudo sgrassato o speck, 140 gr di lamponi, 3 nocciole

Pranzo (4 blocchi): 140 g di struzzo ai ferri, 330 g di cavolfiore, 1 cucchiaio di olio, 1 pera, 1 mandarino

 Spuntino di metà pomeriggio(1 blocco): 20 gr di parmigiano, 1 bicchiere di vino

Cena (4 blocchi): frittata con 2 uova e 2 albumi, 20 g di parmigiano, 200 g di peperoni, 300 g di pomodori da insalata, 1 cucchiaio di olio, 1 piccolo panino, 100 g di ciliegie

4)    giorno

Colazione(2 blocchi): 1 bicchiere di latte parzialmente scremato (200 g) o yogurt bianco parzialmente scremato (200 g) e 1 barretta bilanciata da 1 blocco

Spuntino di metà mattino(1 blocco): 80 gr di ricotta vaccina, 1 piccola mela, 3 mandorle

Pranzo (4 blocchi): 160 g di salmone al cartoccio, 300 g di pomodori da insalata, 1 cucchiaio di olio, 2 cracker, 340 di fragole

 Spuntino di metà pomeriggio(1 blocco): 35 gr di caciottina vaccina, 2 grissini

Pranzo (4 blocchi): menù con insalata di polpo. 260 g di polpo, prezzemolo e aglio, 1 cucchiaio di olio, 350 g di melanzane alla piastra, 1 piccolo panino, 240 g di macedonia al naturale. Lessare il polpo e tagliarlo a pezzetti. Unire un battuto di prezzemolo e aglio, olio, sale, pepe

 

5)    giorno

Colazione(2 blocchi): toast composto da 2 fette di pane e 60 gr tra prosciutto sgrassato e formaggio tipo fontina o sottilette

Spuntino di metà mattino(1 blocco): 70 gr di fiocchi di formaggio magro, ½ arancia, 8 pinoli

Pranzo (4 blocchi): 1 piatto di minestra di verdure, 140 g di bistecca di manzo magro, 300 g di spinaci, 1 cucchiaio di olio, 1 mandarino, 1 kiwi

Spuntino di metà pomeriggio(1 blocco): 1 uovo sodo, 60 gr di uva, 3 olive

Cena (4 blocchi): menù con insalata caprese. 1 mozzarella vaccina (140 g), 300 g di pomodori da insalata, basilico e origano, 1 cucchiaio di olio, 1 piccolo panino, 1 kiwi, 1 mandarino. Disporre sul piatto le fette di pomodoro alternate con quelle di mozzarella. Condire con olio, sale, basilico tagliato a striscioline oppure origano

Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
19 maggio 2009 2 19 /05 /maggio /2009 18:07


La radice dello zenzero è un potente antinfiammatorio, antiossidante ed anticancro.
Riduce la formazione di nuovi vasi sanguigni e usato come infuso deprime la nausea che accompagna la chemio e la radioterapia (Zhou-Hou-Luo "Aizheng" , 2003).
Utilizziamo, quindi, questa importantissima radice nei nostri piatti e grattugiamolo sopra carne, pesce, verdura.
Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimenti-Bevande-Spezie
scrivi un commento
30 aprile 2009 4 30 /04 /aprile /2009 16:57


L'infiammazione si può manifestare con sintomi evidenti di calore, arrossamento, tumefazione e dolore, (rubor, tumor,  calor, dolor)ma la cosa più grave e  preoccupante  è che essa può essere presente senza alcuna sintomatologia.

Questa è l’infiammazione che Barry Sears chiama “infiammazione silente”, la più pericolosa perché crea danni al nostro organismo senza che noi ce ne accorgiamo e determinare dopo 30-40 anni malattie quali infarto, ictus, Alzheimer, Parkinson.

Le alterazioni ormonali legate all’infiammazione silente riguardano gli eicosanoidi proinfiammatori, l’insulina ed il cortisolo.
Tutto nasce dalle cellule adipose a livello addominale, le quali sequestrano grandi quantità di acido arachidonico, mattone da cui originano gli eicosanoidi proinfiammatori.
  

Alti livelli di insulina fanno salire la concentrazione di acido arachidonico, il genitore di tutti gli eicosanoidi cattivi proinfiammatori: l’ alimentazione Zona fa abbassare i livelli di questa.

Il cortisolo , prodotto in quantità notevoli  in condizioni di stress ed infiammazione cronica, determina:

Aumento dell’insulino - resistenza

Morte delle cellule cerebrali

Depressione del sistema immunitario.

 



Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
22 aprile 2009 3 22 /04 /aprile /2009 18:26

Per miglioramento performance sportiva,
consulenze individuali e di gruppo (calcio, pallavolo, pallacanestro).
 

Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimentazione Sportiva
scrivi un commento
21 aprile 2009 2 21 /04 /aprile /2009 10:46
Da svariati anni l'alimentazione a livello scientifico è entrata prepotentemente nello sport, per il semplice fatto che le grandi società sportive (intelligenti, dico io) si sono rese conto che per ottenere risultati non basta solo allenarsi e sudare quotidianamente, ma alimentarsi in modo corretto, condurre uno stile di vita positivo ed integrare correttamente .

DIAPO N° 1
  

DIAPO N° 2




DIAPO N°3

Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimentazione Sportiva
scrivi un commento
18 aprile 2009 6 18 /04 /aprile /2009 12:24


Le diapositive, in ordine progressivo, penso aiutino meglio a comprendere i concetti.

Diapo N°1

 


Diapo N°2


Diapo N° 3



Diapo N° 4


Diapo N° 5


Diapo N° 6
Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Alimentazione Sportiva
scrivi un commento
14 aprile 2009 2 14 /04 /aprile /2009 16:34

L’equilibrio tra sistema nervoso e sistema endocrino è importante per il nostro benessere, ma se, questo equilibrio, per cause di varia natura quali sport eccessivo, malattie, interventi chirurgici, traumi morali, viene rotto, si determina ciò che viene definito “stress”.



Lo stress era presente anche negli uomini dell’età della pietra, i quali dovevano combattere contro bestie feroci per procurarsi il cibo: in breve tempo dovevano decidere se affrontarla o scappare e se combattevano l’esito poteva essere o la vittoria o la morte.

In entrambi i casi lo stress terminava, il grosso problema è quando lo stress non viene risolto, ma continua cronicamente nel tempo, portandoci all’esaurimento e minando la nostra salute.

Sotto lo stimolo di fattori stressanti, l’ipotalamo libera endorfine e CRH (Corticotropin Releasing Hormone), il quale stimola l’ipofisi a secernere ACTH (Adreno Corticotropine Hormone) che a sua volta stimola le surrenali a secernere aldosterone e cortisolo.


Il cortisolo è necessario al nostro organismo, in quanto all’inizio ha il compito di pompiere, ossia di spegnere lo stress, ma se questo perdura il surrene libera altro cortisolo in eccesso.

EFFETTI CHE IL CORTISOLO IN ECCESSO DETERMINA NEL NOSTRO ORGANISMO

·         Stimolo della glicogenolisi (degradazione del glicogeno con liberazione di zuccheri)

·         Stimolo della gluconeogenesi (sintesi di zuccheri partendo da amminoacidi con conseguente effetto iperglicemizzante, iperinsulinemia reattiva, degradazione muscolare proteica nota con il termine di autocannibalizzazione proteica)

·         Minor efficacia del sistema immunitario

·         Aumento del tono muscolare periferico con conseguente ipertensione arteriosa

·         Riduzione di crescita dei fibroblasti, riduzione di sintesi del collagene con conseguente assottigliamento della cute e invecchiamento

·         Viene inibita la secrezione del GH

·         Viene alterata la funzionalità tiroidea

 

CAUSE CHE DETERMINANO AUMENTO DEL CORTISOLO NELLO SPORTIVO

·         Sonno, riposo e recupero insufficienti

·         Superallenamento

·         Allenamenti in concomitanza di malesseri psico-fisici

·         Alimentazione errata


Un nuovo lavoro o la perdita dello stesso, esami da sostenere, competizioni sportive, sovvertimenti affettivi e finanziari, sono condizioni che, pur essendo normali nel quotidiano, se ripetuti nel tempo possono portare ad una condizione di malessere psico-fisico con riduzione del rendimento a livello lavorativo e intellettivo, generando depressione.

Nella persona anziana, queste situazioni, possono determinare alterazioni del circolo cerebrale causando danni ancor più gravi, negli adolescenti mancanza di attenzione e concentrazione con diminuzione dell’appetito-irritabilità -depressione.

Cercando di ridurre i fattori stressanti  (meditazione, alimentazione, attività fisica)potremmo ridurre la produzione di cortisolo e conseguentemente la sua azione negativa su altri ormoni (tiroideo, sessuale, della crescita, insulina) che ritorneranno ad essere prodotti correttamente.

 

Repost 0
Published by Boano dott. Michele - in Medicina Anti Aging
scrivi un commento

Mi Presento

  • : "Zona-Estetica-Benessere"
  • "Zona-Estetica-Benessere"
  • : Le lancette dell'orologio della vita non possiamo portarle indietro,ma rallentare la loro corsa attraverso una "alimentazione intelligente" ed uno stile di vita sano.
  • Contatti

Profilo

  • Michele Boano
  • Laurea in Medicina e Chirurgia, "Consultant Zone Certified", Master in "Chirurgia e Medicina Estetica", Master in "Nutrizione Umana", corsi di Medicina Estetica,Alimentazione, Omotossicologia.
  • Laurea in Medicina e Chirurgia, "Consultant Zone Certified", Master in "Chirurgia e Medicina Estetica", Master in "Nutrizione Umana", corsi di Medicina Estetica,Alimentazione, Omotossicologia.

Archivi