Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
13 marzo 2009 5 13 /03 /marzo /2009 18:16

 
libri.JPG


Arcelli Enrico :
Il nuovo correre è bello


 

Bourre Jean-Marie:
La dieta che fa bene alla mente
  


Braga Gigliola :  
La Zona italiana
Più belle con la Zona
Il grande libro della Zona italiana
La Zona in 80 minuti 

 


Bradley J.Willcox  D.Craig Willcox - Makoto Suzuki :        
Okinawa l'isola dei centenari
 

 


Ceccarelli Maurizio :
La Medicina Estetica illustrata


Chenot Henry :
Il codice segreto della salute


Cordain Loren :
Paleo Diet


Duranti Fabrizio :            
Supersalute con la Zona
Il circolo virtuoso del benessere
Le 100 regole del benessere

Un medico per amico
Il diario del benessere 


Damiano Galimberti :
L'anti-Aging Giovani più a lungo
La dieta comportamentale
Gli integratori nutrizionali
  


De Bellis Massimo:

Manuale di Omeo-Mesoterapia


Giampapa - Polimeni :
Il fattore genetico
 


Hertoghe - Enrico :
La dieta ormonale 


Hyman Mark :
Ultra metabolismo


Hu Hsiang-Fan, M.Zerbst :
Il tè verde


Miller- Powell-Colagiuri :
La rivoluzione del glucosio


Miller- Powell-Mendosa :
101 domande e risposte sulla rivoluzione del glucosio


Pandiani Massimo :
Perchè si ingrassa?


Perricone Nicholas :
Una pelle senza età
La conquista della bellezza
La ricetta della giovinezza
I 7 segreti per una lunga giovinezza
La dieta Perricone
Antiaging per il viso e per la mente


Polimeni Ascanio - Ray Sahelian :
Pregnenolone


Reymond William:
TOXIC


Ripa Salvatore:
Argomenti di Medicina Estetica Biologica

Romano Aronne e Memo :
Vivere in Zona


Sears Barry  :
Come raggiungere la Zona
La Zona: la nuova alimentazione
La Zona Omega 3 Rx
7 giorni con la Zona
La Zona anti età
In Zona con la soia
Prevenire con la Zona 
Magri per sempre


Servan-Schreiber David :
Anti cancro


Speciani Attilio-Speciani Luca :
Dieta GIFT
Prevenire e curare la depressione con il cibo
Guida pratica alla DietaGIFT
ll nuovo "Guarire con la natura "
Colesterolo amico o nemico?
DietaGIFT Dieta di segnale 


Strunz Ulrich-Jopp Andreas:

Grassi buoni, grassi cattivi

 


 

Villarini-Allegro:
Prevenire i tumori mangiando con gusto
                                                

Repost 0
Published by boano michele - in Libri
scrivi un commento
13 marzo 2009 5 13 /03 /marzo /2009 17:25




Burro, formaggi, olio, frutta oleosa contengono i grassi, costituenti del tessuto adiposo e delle membrane cellulari.
In rapporto alla loro struttura molecolare si dividono in grassi saturi e grassi insaturi.
I grassi saturi, più densi a temperatura corporea determinano rigidità delle membrane cellulari, mentre i grassi insaturi, essendo più fluidi provocano fluidità delle stesse con effetti positivi per la nostra salute.
Inoltre gli insaturi sono fonte di energia, precursori degli eicosanoidi (ormoni), formano depositi di protezione agli organi interni (cuore, fegato, reni) e rendendo più saporiti i cibi aiutano a ridurne il quantitativo perchè rilasciano nello stomaco l'ormone colecistochinina (CCK) che al cervello segnala un senso si sazietà.

GRASSI DA PREFERIRE:

- olio extra vergine di oliva

- frutta oleosa (mandorle, noci, nocciole, pinoli ...)

- olio di pesce (Omega 3)

GRASSI DA EVITARE:

- parti grasse delle carni

- lardo, strutto, panna, mascarpone

- margarine e il burro (il quale se del contadino meriterrebbe un discorso a parte)

Bisogna cercare di ridurre i grassi saturi (burro, latte intero, latticini grassi, carni rosse) ed eliminare in modo particolare gli ACIDI GRASSI TRANS che vengono formati con il processo di idrogenazione consistente nell'aggiungere idrogeno all'olio vegetale trasformandolo così in grasso di forma solida.
Questi grassi artificiali presenti nei cracker, dolci e merendine confezionate, cibi fritti, margarina, alimenti industriali, sono tossici perchè bloccano il metabolismo, fanno ingrassare ed aumentano il rischio di malattie.

La popolazione degli Inuit, che vive in Groenlandia, fino a non molto tempo fa aveva una dieta composta principalmente da grassi, ma non avevano assolutamente patologie (diabete, infarto, obesità) che noi conosciamo benissimo.
Questo popolo, purtroppo, è stato sconfitto dalla moda alimentare.
Oggi, anche gli Inuit conoscono il diabete, l'infarto e l'obesità.  

Repost 0
Published by boano michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
13 marzo 2009 5 13 /03 /marzo /2009 09:39
Le proteine, mattoni del nostro corpo, sono formate da aminoacidi, i quali entrano nella costituzione di enzimi, ormoni, tessuti e quindi sono fondamentali per la vita.
Si trovano nelle carni animali, nei loro prodotti derivati, ed in alcuni legumi come la soia.
Di tutti gli aminoacidi, 22 di essi sono fondamentali, ma l'essere umano è capace di sintetizzarne solo 14: i restanti
8 (leucina, isoleucina, valina, lisina, fenilalanina, triptofano, treonina, metionina), chiamati essenziali, devono essere assunti con la dieta.

Il libro "Dr. Atkins diet revolution" fu un vero uragano che si abbattè sul mondo nutrizionistico negli anni settanta, in quanto asserriva che zuccheri e carboidrati erano dannosi per la salute, oltre a fare ingrassare.
La cultura scientifica tradizionale dichiarò immediatamente guerra accanita al dr. Atkins affermando che i danni renali erano causa di questa terapia dietetica iperproteica.

Seguendo una alimentazione Zona, tutto questo viene scongiurato, perchè il 40% delle calorie totali lo introduciamo sotto forma di carboidrati.
Comunque vi sono studi (prof. Westman della Duke University, dott. Foster della Pensylvania University) che hanno evidenziato che solo in individui affetti da preesistenti problemi renali, il carico proteico può portare ad un aggravamento della malattia stessa, cosa che invece non si verifica nell'individuo sano.

Proteine da preferire:
- pesce, crostacei, molluschi
- pollo, tacchino, faraona
- latte parzialmente scremato, yogurt magro
- parmigiano, padano, trentino, primosale, ricotta fresca
- speck e prosciutto cotto e crudo privati della loro parte grassa
- carni bovine e suine magre
- coniglio
- carne in scatola magra, tonno sgocciolato in scatola

Limitare il consumo e consumare in quantità ridotta:
- pancetta, salame, insaccati
- frattaglie e carni grasse
- formaggi grassi, latte intero, yogurt intero
- tuorlo d'uovo (contiene molto acido arachidonico)    
Repost 0
Published by boano michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
11 marzo 2009 3 11 /03 /marzo /2009 11:03

17-mb.JPG


dott. Boano Michele
Medico Chirurgo
Nutrizionista "Zone Consultant Certified"
Master Universitario in
"Chirurgia e Medicina Estetica"
Studio:
Via Fereggiano 14/1   16144 Genova
Tel/Fax. 010.821345   Cell. 339.3026594
e mail . boanomichele@libero.it
 
 

 

 

Repost 0
Published by boano michele - in Contatti
scrivi un commento
10 marzo 2009 2 10 /03 /marzo /2009 18:06

I carboidrati sono per l'organismo umano fonte di energia ed importanti per il perfetto funzionamento del cervello, il quale si nutre di glucosio e senza di esso morirebbe.
Per poter essere assorbiti, tutti i carboidrati devono essere prima scomposti in zuccheri semplici, come glucosio e fruttosio.
Cereali ed amidi (pane, pasta, riso, mais, patate) sono formati da lunghe catene di glucosio unite da legami chimici molto deboli che vengono facilmente spezzati durante la digestione: il glucosio, così rilasciato, entra in circolo incrementando la secrezione di insulina.
Il fruttosio, invece, viene assorbito più lentamente e la sua successiva conversione a glucosio che avviene nel fegato è molto lenta, per cui risulta che il fruttosio entra in circolo come glucosio ad una velocità molto più lenta del glucosio proveniente dalla scomposizione di un carboidrato complesso.
Il fruttosio è lo zucchero presente in frutta e verdura ed inoltre le fibre in esse contenute riducono ulteriormente la velocità di ingresso in circolo di glucosio, producendo una risposta insulinica limitata.   
La riserva energetica dei carboidrati sotto forma di glicogeno (molecole di glucosio) si concentra nei muscoli e nel fegato, il quale libera glucosio dalle sue scorte quando la glicemia diminuisce, garantendo in questo modo l'energia necessaria per le reazioni biochimiche del nostro corpo.
Tutto ciò permette di non intaccare le proteine e quindi di non ridurre la massa magra, ma quando il fegato è saturo di glicogeno ( il fegato è un magazzino che contiene 60-90 grammi di glicogeno, mentre i muscoli ne contengono
300-400 grammi), l'eccesso di carboidrati che introduciamo nei nostri pasti luculliani, viene convertito in grasso, immagazzinato nel tessuto adiposo e noi ingrassiamo.
Scoperte sorprendenti sono state fatte con l'introduzione del concetto di indice glicemico e carico glicemico.
L'indice glicemico misura la velocità con cui gli zuccheri entrano in circolo.
Il carico glicemico corrisponde all'indice glicemico di quell'alimento moltiplicato per il numero di grammi dell'alimento stesso.
Se il carico glicemico è elevato si avrà innalzamento della glicemia con conseguente iperinsulinemia.
Inizialmente si pensava che gli alimenti contenenti carboidrati complessi come pasta, pane, riso, patate venissero lentamente digeriti, determinando un graduale innalzamento della glicemia.
Non è così.
Oggi è noto che alimenti contenenti amido vengono assorbiti molto velocemente perchè sono alimenti "ad alto indice glicemico", mentre alimenti "a base di fruttosio" come frutta e verdura a basso indice glicemico non determinano aumento significativo dei livelli dello zucchero nel sangue.
Quindi carboidrati sono tutti quegli alimenti che contengono zuccheri (pane, pasta, pizza), ma anche frutta e verdura, che in Zona, in rapporto al loro basso indice e carico glicemico sono denominati
carboidrati favorevoli
Carboidrati da preferire:
-verdura e frutta
Carboidrati da limitare:
-pasta, pane, pizza,
-riso, grissini, crackers
-fette biscottate, polenta
Carboidrati da evitare:
-merendine, brioches
-alcolici, bevande dolci

Repost 0
Published by boano michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
9 marzo 2009 1 09 /03 /marzo /2009 18:35



Con il termine Zona Terapeutica intendiamo la giusta dose di un farmaco che deve essere assunto perchè faccia bene al nostro organismo: se un farmaco venisse preso in dose minore rispetto alla consigliata non farebbe nulla, se preso in dose maggiore farebbe male alla salute.
Il termine "Alimentazione Zona" prende spunto, proprio da questo concetto, ossia, attraverso il cibo in proporzione 40-30-30 moduliamo i nostri ormoni e stiamo in salute.
40-30-30 significa che il 40% delle calorie totali devono provenire dai carboidrati, il 30% dalle proteine ed il restante 30% dai grassi, in modo che vi sia una giusta ed ottimale regolazione ormonale nel nostro organismo (equilibrio insulina-glucagone/eicosanoidi) e si tenga sotto controllo la fame senza cadere in crisi ipoglicemiche.
Ecco perchè l'alimentazione Zona è detta anche alimentazione 40-30-30.

Si dice che seguire una alimentazione Zona sia difficoltoso: non è assolutamente vero !!!

Ecco le regole da seguire:
-Almeno 5 assunzioni giornaliere: colazione, pranzo, cena, 2 spuntini
-Bere 1,5-2 litri di acqua al giorno
-Tra un pasto e l'altro non devono passare più di 5 ore
-Se passano più di 5 ore, due ore e mezza prima del pranzo o della cena dobbiamo fare uno spuntino
-La colazione viene fatta entro un'ora dal risveglio e deve essere fatta almeno da due blocchi
-Gli spuntini sono da 1 blocco.
Consumare con moderazione:
pasta, pane, pizza, riso, biscotti, fette biscottate, grissini, banane, patate

Preferire le seguenti carni bianche:

pollo, tacchino, coniglio, faraona, tagli magri di carni, bresaola, prosciutto e speck sgrassati, pesce 2 volte alla settimana.

-Latte parzialmente scremato e yogurt bianco magro contengono proteine-carboidrati-grassi in proporzione ideale.
-Condire con olio extra vergine di oliva e friggere con olio di oliva.
-Niente superalcolici e ridurre i caffè.
-Assumere quotidianamente Omega 3.
-Fare una piacevole ginnastica, senza diventare eroi sportivi.


"Fa che il cibo sia la tua medicina
e che la tua medicina sia il cibo"
                                                         Ippocrate

Repost 0
Published by boano michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
9 marzo 2009 1 09 /03 /marzo /2009 17:03

















Noi esseri viventi siamo costituiti da
MASSA GRASSA (il grasso) e da MASSA MAGRA (acqua, muscoli, scheletro, visceri, sangue).
Esiste una notevole differenza tra perdere peso e
perdere tessuto adiposo, in quanto il termine obesità non significa solo aumento di peso, ma un eccessivo aumento di grasso nel nostro corpo.
Per raggiungere il nostro PESO IDEALE dovremmo ridurre il grasso corporeo in eccesso ed avere nella norma i valori della nostra PERCENTUALE DI GRASSO CORPOREO, che ci indicano se siamo normopesi, in sovrappeso, oppure se abbiamo obesità.
Ricordiamo questi valori:
V.N di percentuale di grasso corporeo nell'uomo   :           13%   15%
                                                                     nella donna  :           19%   21%  in età fertile
                                                                                                        23%   25%  dopo la menopausa 
Si parla di sovrappeso quando nell'uomo avremo valori intorno al 30% e nella donna 40%.
Quando si superano i valori di 30% e 40% rispettivamente nell'uomo e nella donna si parlerà di obesità.
L'obesità androide è la più pericolosa in quanto vi è una notevole quantità di grasso viscerale che fa male alla salute determinando malattie quali diabete, pressione alta, infarto, ictus.
L'obesità ginoide è tipica del sesso femminile ed è legata, oltre che a cattiva alimentazione ad alterazioni ormonali femminili.
Repost 0
Published by boano michele - in Alimentazione "Zona"
scrivi un commento
9 marzo 2009 1 09 /03 /marzo /2009 09:34

                                            Immagine-055.jpg                                         

Sono nato a Genova e dal 1984 sono libero professionista in Odontostomatologia.
L'estetica mi ha sempre appassionato, sia sotto forma odontoiatrica che medica, per cui il passaggio alla medicina estetica mi è stato facilitato.
Ho iniziato a seguire corsi di aggiornamento in lungo e in largo per l'Italia, ma l'avvicinamento alla nutrizione è stato causato da problemi di salute familiari (diabete) e prettamente personali (sovrappeso notevole).
Ho studiato, come sempre, con molta passione e incontrando il dottor Barry Sears a Milano, ho ottenuto il "Consultant Zone Certified".


                                             

Ho conseguito il Master Universitario in "Medicina Estetica e Chirurgia Estetica"
L'alimentazione "Zona" la trovo appassionante per i risultati che fa ottenere.
 
                  

A Milano il 22 febbraio 2009 ho partecipato al congresso di Alimentazione "Zona" in cui il dottor Barry Sears ha presentato il suo ultimo libro "Magri per sempre".
Nella foto, alla mia destra il dott. Barry Sears, ideatore della "Zona" e alla mia sinistra il dott. Riccardo Pina. 

Repost 0
Published by boano michele - in Contatti
scrivi un commento
8 marzo 2009 7 08 /03 /marzo /2009 16:20
"Se un uomo parte con delle certezze finirà con dei dubbi;
ma se si accontenta di iniziare con qualche dubbio,
arriverà alla fine con qualche certezza."
                                                                     F. Bacone


Una mattina di novembre di alcuni anni fa, un mio paziente mi regalò un libro riguardante l'alimentazione Zona, che io onestamente lasciai riposare in libreria per molti mesi.
Le vacanze estive erano finite e si doveva ricominciare a lavorare.
Rimisi nuovamente i calzoni lunghi (perchè in estate preferisco essere libero con calzoni corti e scarpe aperte) e notai immediatamente che l'asola ed il bottone non combaciavano per nulla perchè tra di loro vi erano alcuni centimetri di distanza.
Non ci feci caso.
Tirai dritto per la mia strada.
A fine settembre una mia paziente mi raccontò che a luglio sua mamma era mancata perchè gravemente ammalata con complicanze legate al diabete.
Garbatamente risposi:
"Signora ciò che è capitato a sua madre è successo ai miei genitori, ed i miei zii hanno problemi visivi, legati proprio al diabete".
Squillò il telefono. Un paziente per impegni disdiceva l'appuntamento successivo ed io avevo un'ora di buca.
Feci un caffè, fumai una sigaretta, andai alla libreria perchè volevo leggere un articolo di estetica dentale e rividi quel libro impolverato.
Era destino.
Lessi appassionato e quel libro mi fulminò.
Cibo come medicina, regolazione insulina-glucagone, eicosanoidi, omega 3 erano argomenti che mi facevano ritornare studente in medicina.
Mi sono messo in riga a livello mentale, ho perso molti chili e finalmente rimesso calzoni di taglie inferiori.
I miei pazienti si sono accorti di questa mia modifica fisica e molti di loro sono entrati come me nel "Flusso positivo della salute".
Repost 0
Published by boano michele
scrivi un commento
8 marzo 2009 7 08 /03 /marzo /2009 12:05

Questo è il primo articolo del tuo blog. È stato creato automaticamente per aiutarti ad iniziare su overblog. Puoi modificarlo o eliminarlo attraverso la sezione "pubblica" dell'amministrazione del tuo blog.

Buon blogging

L'équipe di overblog

PS : per collegarti alla tua amministrazione appuntamento sul portale blog overblog

Repost 0
Published by boano michele
scrivi un commento

Mi Presento

  • : "Zona-Estetica-Benessere"
  • "Zona-Estetica-Benessere"
  • : Le lancette dell'orologio della vita non possiamo portarle indietro,ma rallentare la loro corsa attraverso una "alimentazione intelligente" ed uno stile di vita sano.
  • Contatti

Profilo

  • Michele Boano
  • Laurea in Medicina e Chirurgia, "Consultant Zone Certified", Master in "Chirurgia e Medicina Estetica", Master in "Nutrizione Umana", corsi di Medicina Estetica,Alimentazione, Omotossicologia.
  • Laurea in Medicina e Chirurgia, "Consultant Zone Certified", Master in "Chirurgia e Medicina Estetica", Master in "Nutrizione Umana", corsi di Medicina Estetica,Alimentazione, Omotossicologia.

Archivi